DSGA

Direttore dei Servizi Generali Amministrativi - DSGA - Giovanni IACONELLO

Contatti direttore.sga@iisvanoni.edu.it

Il DSGA

  • Svolge attività lavorativa di rilevante complessità ed avente rilevanza esterna.
  • Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti, al personale ATA, posto alle sue dirette dipendenze.
  • Organizza autonomamente l’attività del personale ATA nell’ambito delle direttive della Dirigente Scolastica.
  • Attribuisce al personale ATA, nell’ambito del piano delle attività, incarichi di natura organizzativa e le prestazioni eccedenti l’orario d’obbligo, quando necessario.
  • Svolge con autonomia operativa e responsabilità diretta attività di istruzione, predisposizione e formalizzazione degli atti amministrativi e contabili; è funzionario delegato, ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili.
  • Può svolgere attività di studio e di elaborazione di piani e programmi richiedenti specifica specializzazione professionale, con autonoma determinazione dei processi formativi ed attuativi.
  • Può svolgere incarichi di attività tutoriale, di aggiornamento e formazione nei confronti del personale.
  • Possono essergli affidati incarichi ispettivi nell’ambito delle istituzioni scolastiche.
  • Può esprimere parere in ordine alla concessione di ferie al personale A.T.A. (art. 13, c. 10, CCNL).
  • Può coordinare i servizi generali e amministrativi sulla base del principio generale dell’unità dei servizi medesimi (art. 44, c. 2, CCNL).
  • Può formulareuna proposta di piano delle attività inerenti il personale A.T.A. ed attuare il piano medesimo una volta adottato dalla Dirigente Scolastica (art. 52, c. 3, CCNL).
  • Può fornire mensilmente a ciascun dipendente del personale A.T.A. un quadro riepilogativo del profilo orario, contenente gli eventuali ritardi da recuperare o gli eventuali crediti orari acquisiti (art. 53, c. 6).
  • Può esprimereparere in ordine alle collaborazioni plurime del personale A.T.A. (art. 56, CCNL).